Palla dieci

Approfittando delle belle giornate dello scorso fine settimana ho passato parecchio tempo in giardino a giocare con Pietro. Contenta come una bambina, ho voluto insegnargli a giocare a “Palla dieci”.
Dalle mie parti, si chiamava cosi’ quel gioco fatto con la palla da lanciare contro il muro in serie sempre piu’ brevi (da 10 a 1) ma con difficolta’ crescenti.

Ad esempio:
lanciare la palla dieci volte (contando ad alta voce) contro il muro e riprenderla senza farla rimbalzare
nove volte facendola rimbalzare una volta per terra
otto volte battendo le mani mentre la palla e’ in aria
e cosi’ via…

Siccome ormai sono passati 25 anni dall’ultima volta che ci ho giocato, non mi ricordavo tutti i “gradi di difficolta’”. Ho pensato quindi di rivolgermi a Google per avere lumi.

Bene, digitando “giochi cortile palla”, fra le 10 prime risposte ho trovato questo. A me pare poco sano, e non ho voglia che per Pietro i giochi da cortile siano questi, quindi apro oggi la campagna educativa “pro ginocchia sbucciate”, che Nintendo non potra’ credo simulare…

p.s. chiunque avesse idea delle varie “mosse” di Palla Dieci e’ invitato a fermele sapere (altrimenti mi tocchera’ inventarmele :-))

11 risposte a Palla dieci

  1. maura76 scrive:

    ma questo blog lo tenevi nascosto nascosto????
    che bello leggere di te!
    un abbraccio
    maura

  2. Anna scrive:

    Non riesco a vedere il sito che segnali, ma per la campagna “pro ginocchia sbucciate” metto firma e controfirma. E anche per quella “combattiamo le allergie vivendo e non rinchiudendoci nelle nostre stanzette” e pure per quella “facciamo merenda seduti per terra” e per la messa al bando dei vestiti bianchi per le ragazzine. E’ evidente che si sporchino.

    Da quando lavoro a scuola ne ho sentite e viste di tutti i colori. Non c’e’ bisogno di chiamare un animatore per la festa di compleanno dei bambini, ne’ di spendere milioni per i premi e la pizzata in pizzeria e non e’ normale che le feste delle bambine vedano invitate solo bambine.
    E se per qualcuno e’ normale, rivediamo i criteri!

    Forse io non sono un mostro di femminilità, ma far vivere ai bambini la bellezza dello stare insieme, indipendentemente dal genere, non puo’ che essere un dovere.
    L’armonia che nasce dall’incontro di differenze, anche di genere, non si impara sui libri…
    Va beh, scusa il commento sproloquio, ma oggi ho avuto una giornata pesante!!

    Hasta la proxima
    Anna

    PS palla dieci… io ci giocavo… uno dei passi era quello di far rimbalzare la palla dopo averla schiacciata a terra, come negli allenamenti di pallavolo. Battuta a terra, rimbalzo contro il muro, battuta a terra, rimbalzo contro il muro etc… Ma forse mi ricordo gli allenamenti? Boh…

  3. biabie scrive:

    Visto che mi hai trovato? Grazie del tuo commento, che non posso che condividere! …anche se il fare l’animatrice alle feste dei bimbi viziatelli ha pagato tante delle mie vacanze da studentessa! a presto, p.

  4. Anna scrive:

    Eh eh, sisi, ti ho trovata! E ho scoperto che ci sono molte cose che ci accomunano!

    Riguardo agli animatori… anche io l’ho fatto spesso (ora ho smesso perche’ mi sono unpo’ stufata!), sia con una cooperativa che per passaparola. Certe volte ci stava (tanti bambini, spazio aperto, anche divertente), altre volte era una condanna… ricordo con terrore la festa di compleanno di una bambina insopportabile che aveva invitato… 5 – dico 5!! – suo compagnette e faceva pure i capricci perche’ non le andava bene nulla. Un dramma…😀

    Buona giornata!
    Anna

    PS sono stata due giorni via con un gruppo dei ragazzini di scuola per una sorta di ritiro spirituale (lavoro in una scuola cattolica) e li ho fatti giocare, un gioco a prova e poi tipo a bulldozer e ad anforine. I genitori mi hanno osannata come una sorta di pifferaio di Hamelin. Sono proprio messi male, ma male male male. E poi mi dicono in molti “No, non lo mando agli scout perche’ non sono piu’ quelli di una volta, troppo lassismo”.
    Poveri bambini….

  5. biabie scrive:

    Quanto alle animazioni di feste: per me il peggio e’ stata una festa di sole femmine di undici anni. 25 bambine/ragazzine, due animatori. Il padre mi aveva spiegato al telefono che ci volevano almeno due persone per tenerle calme e che si’, aveva ritenuto meglio, per questioni di decoro (?), invitare solo femmine. Giochiamo alle frasi “spezzettate” (Chi e’ lui: scrivi e passa il foglio, chi e’ lei: scrivi e pass, etc): un sacco di parolacce vengono fuori mentre si legge, il padre irrompe e dichaira la festa conclusa…non ti dico il nostro imbarazzo…

  6. patmat scrive:

    A caso, posso indicarti…
    Palla zero, consisteva nel lanciare la palla in aria e farla ricadere all’interno delle braccia, opportunamente chiuse ad “O”

    Palla X, si doveva appoggiare un braccio al muro, poi con l’altro far passare la palla attorno ad esso, senza farla cadere

    Palla Y, palla contro al muro, e 2 rimbalzi

    mmm…. e se ne ricordo altre e le posto poi….

  7. Marianna scrive:

    Anch’io volevo insegnare palla 10 ai miei figli, memore delle lunghe e divertenti giornate passate a giocarci da ragazzina, ma non ricordo tutti ipassaggi. Spero come te nell’aiuto di qualcuno.

  8. Debora scrive:

    Che spettacolo tornare a pensare e parlare di queste cose..
    Proprio oggi pensavo a questo gioco, che dalle mie parti si chiama “5 e 5 10” e ho cercato su internet tutta la serie di figure da fare con la palla. Fortunatamente sono incappata nel tuo blog..
    Ti suggerisco quelle che mi ricordo, con la speranze di arrivare tutti insieme a ricostruire l’intero gioco.
    0= lanciare la palla al muro, fare una giravolta e far passare la palla fra le braccia aperte a “0”;
    7 o altro numero= 7 bagher;
    8 o altro numero= 8 palleggi da pallavolo;
    numero X= rimbalzi a terra della palla con una mano;
    3= appoggiare un braccio al muro e far passare con l’altro la palla intorno ad esso, senza farla cadere;
    numero Y= lanciare la palla in aria, alzare una gamba e battere le mani sopra e sotto ad essa, prima di riprendere la palla;
    numero z: lanciare la palla in aria e battere le mani due volte, prima di riprenderla

    Se in questi giorni mi venisse qualche altro ricordo te lo faccio sapere…

    Buon divertimento!

  9. Simona scrive:

    Ciao, anch’io come Debora cercavo in internet le figure di “palla 10” e sono approdata qui….
    Ti suggerisco quello mi ricordo… vediamo se insieme si riesce a ricostruire il tutto!
    noi avevamo una “filastrocca” da dire prima di iniziare il vero gioco. era più o meno così:

    Son dieci fratelli son tutti i monelli meno di uno chiamato Bruno:
    palla 10: si lancia per dieci volte la palla contro il muro;
    palla 9: si palleggia per nove volte come nella pallacanestro;
    palla 8: palla contro il muro e 1 rimbalzo a terra
    palla 7: palla in aria e si devono battere 2 volte le mani prima di riprenderla.
    palla 6: palleggi della pallavolo
    palla 5: palla contro il muro e bisogna battere le mani dietro la schiena e poi avanti prima di riprenderla
    palla 4: si lancia la palla contro il muro facendola passare sotto la gamba (si tiene la gamba leggermente alzata e si fa passare la palla di sotto);
    palla 3: appoggiare un braccio al muro e far passare con l’altro la palla intorno ad esso senza farla cadere
    palla 2: contro il muro lanciandola di schiena
    palla 1: lanciare la palla in aria fare una giravolta e far passare la palla fra le braccia aperte a “0”.

    …si arriva fino a palla uno e poi si ricomincia mettendo delle difficoltà al gioco..per esempio usando una sola mano, oppure su un piede, senza muoversi ecc…

    un pò in ritardo visto la data del tuo post ma spero ti abbia fatto cmq piacere! ciao.

  10. MORENA scrive:

    GRAZIE A TUTTE PER I VOSTRI RICORDI…
    IO STAVO CERCANDO QUESTO GIOCO PER FARLO CON BAMBINI AI LABORATORI DELLA CARITAS DIOCESANA.
    IO HO GIOCATO MOLTO A QUESTO GIOCO MA NON MI RICORDAVO PIù TUTTI I NUMERI. GRAZIE DI NUOVO MORENA

  11. sabrina scrive:

    ciao, cercavo i 10 giochi per insegnarli alla mia nipotina, così si chiamava qui da me il tuo gioco con la palla contro il muro e mi sono imbattuta in questo link di giochi dimenticati, qui si parla di 7 giochi con la palla contro il muro, i miei erano 10 ma ho ritrovato parte di quelli dimenticati.
    anche il tuo bimbo ha una zia come me?
    take care, sabri
    IL GIOCO DIMENTICATO
    Formato file: PDF/Adobe Acrobat – Visualizzazione rapida
    Giocatori: non c’è un numero fisso. Spazio di gioco: all’aperto, contro un muro. Svolgimento a) Lanciare la palla contro il muro e prenderla al volo. …
    klot.altervista.org/giochi/Giochi2.pdf

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: